Conferenza stampa per la consegna delle attrezzature e dispositivi donati al Ministero dell’Interno nell’ambito del Programma Sipenbol

La Paz, 15 maggio 2019 - Conferenza stampa per la consegna delle attrezzature e dispositivi donati al Ministero dell’Interno nell’ambito del Programma di "Rafforzamento del Sistema Informatico Penitenziario boliviano – SIPENBOL" piattaforma di gestione e registrazione dati del settore carcerario controllata dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria boliviano.

Nel corso di una cerimonia tenutasi presso il Salon Verde del Ministero dell’Interno, é stato consegnato al Ministro Carlos Romero un set di attrezzature informatiche acquisite nell’ambito del progetto SIPENBOL’, iniziativa finanziata dalla nostra cooperazione con un contributo di 150.000 Euro. Oltre al Ministro, erano presenti il neo Direttore Generale del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria boliviana, Samuel Villegas, l'Ambasciatore  Vigo e il responsabile del settore giustizia di questa Sede Estera AICS, per un incontro che e’ stato seguito da numerosi organi di stampa, radio e tv nazionali e locali.

Nel suo intervento, l'Ambasciatore ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa in parola per il rafforzamento delle capacita’ tecniche, operative e istituzionali del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, facente capo al locale Ministero dell’Interno. Attraverso il contributo italiano sono stati acquisiti 75 computer desktop, 50 stampanti multifunzione, 30 stampanti monocromatiche, 45 webcam e 45 lettori biometrici, dispostivi che permetteranno di ottimizzare la gestione delle comunicazioni e dei flussi di informazione, rendendo piu’ efficaci i protocolli di registrazione, analisi e consultazione dei dati relativi alla popolazione carceraria di tutto il Paese. Si tratta di strumenti fondamentali per la corretta gestione delle attività di competenza dell’Amministrazione Penitenziaria, nonche’ per l’opportuna definizione e programmazione delle politiche dell’intero settore carcerario.

L'impegno della cooperazione italiana sostiene il settore giustizia in Bolivia, per un contributo complessivo di 2,1 milioni di euro. Oltre al progetto SIPENBOL, l’Italia finanzia infatti altre due importanti iniziative: il programma ‘Rafforzamento dell’Unita’ Tecnica del Ministero di Giustizia e del Sistema Penale per Adolescenti, finanziato con un contributo di Euro 600.000 e gestito direttamente da AICS La Paz e il progetto 'Restoring Justice', basato su modelli innovativi in materia di giustizia penale minorile e prevenzione della delinquenza giovanile per la diffusione della cultura riparativa in Bolivia, iniziativa realizzata dalla Ong veronese ProgettoMondo MLAL (contributo AICS di Euro 1.310.486).

Un impegno, quello italiano, che il Ministro Romero ha spiegato essere strategico e di assoluta rilevanza per il Paese, frutto di una sensibilita’ politica e istituzionale largamente apprezzata dalle Autorita’ locali. Il riferimento, in questo senso, va alla scelta della Cooperazione Italiana di voler sostenere un settore particolarmente delicato come, appunto, quello della giustizia e della riforma penitenziaria, mettendo in campo risorse, professionalita’ ed expertise per lavorare su temi tanto complessi quanto centrali per il presente e l’immediato futuro del Paese. Una collaborazione che avra’ un impatto estremamente positivo e che, nelle parole del Titolare dell’Interno, andra’ a generare un “potenciamento inconmensurable al sistema”.

 

Fare clic per aprire una mappa più grande

Posted in Uncategorized.